Caro biglietto… quanto mi costi!

Ecco, ci risiamo!

Non so se vi ricordate qualche mese fa, quando era scoppiata una polemica sulla prevendita dei biglietti per il concerto dei Coldplay in Italia. Bene, questa polemica la possiamo riaprire ora, con la prevendita di Ed Sheeran.

Questo a prova che, malgrado le numerose segnalazioni, niente è cambiato da allora.

Ma cosa è successo?

La prevendita dei biglietti per il tour europeo di Ed Sheeran era prevista ieri mattina, 2 febbraio, alle ore 11.00.

Quindi io e la mia amica ci siamo armate di PC (uno per uno, per sicurezza) e cellulari alla mano (anche in questo caso, ad ognuno il suo).  Alle 10.45 eravamo già collegate ai vari siti (precisamente ticketcorner.co.uk; ticketcorner.ch e ticketone.it). Subito veniamo messe in attesa. Restiamo in attesa. Ancora in attesa. Sempre in attesa. Sono ormai le 11.03 e siamo ancora esattamente allo stesso punto, ovvero in attesa. Non nego che in questo preciso istante comincia a farsi strada un leggero nervosismo. Alle 11.05 la mia amica annuncia però trionfante che è riuscita finalmente a selezionare 4 biglietti, posti in piedi, per Zurigo. Ora non rimaneva che effettuare il pagamento. Io -ovviamente- sono stata meno fortunata di lei ed ero sempre nel limbo dell’attesa.

Torniamo a lei.
Attesa. Ancora attesa. Di nuovo attesa. Viene sbattuta fuori dalla pagina. Vi rendete conto?!? Dopo 20 minuti, con i biglietti selezionati, viene buttata fuori! Proviamo a effettuare nuovamente la selezione e magicamente i biglietti sono sold-out.

A questo punto però altro momento di esultanza. Proprio vero che la speranza è l’ultima a morire.
Riesco a selezionare 4 biglietti in UK- precisamente a Glasgow. Devo solo effettuare il pagamento. Attendo. Attendo ancora un po’. Attendo. E… vengo buttata fuori dalla pagina! Effettuo nuovamente la selezione e… sold out!

A questo punto non nego che la rabbia è parecchia. Sia per il tempo perso, sia per la presa in giro di tutto questo sistema, che si ripete ad ogni concerto un po’ “appetibile”.

Ma la cosa più vergognosa è che i biglietti sono magicamente riapparsi pochi minuti dopo su siti come viagogo.com, ad un prezzo quadruplicato (quelli più economici!).

Ora, tralasciando che questo è l’ennesimo chiaro segnale che il sistema deve essere cambiato, e alla svelta, quello che mi lascia interdetta sono le persone che riacquistano ad un prezzo folle. Capisco quanto possa essere grande la voglia di vedere il proprio beniamino suonare dal  vivo, ma non la trovo una giustificazione nell’alimentare questi infami speculatori in questo sporco gioco. Se nessuno riacquistasse a prezzi irragionevoli, prima o poi questa gente si stancherà di ritrovarsi con biglietti invenduti.

Un concerto deve essere un momento di svago accessibile a tutti e non un avvenimento dove gente senza scrupoli e senza morale guadagna sulle spalle di gente onesta.

Mi dispiace Ed, ma quest’anno i soldi li spenderò per un altro concerto!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...